Crea sito

STRUFFOLI NAPOLETANI: LA RICETTA (DI MIA MADRE)

Ciò che non può assolutamente mancare sulla mia tavola per Natale? Gli struffoli!

STRUFFOLI NAPOLETANI

Da buona napoletana non riesco ad immaginarmi una vita senza gli struffoli di mamma.

E si sa, sui dolci di casa propria non c’è chef stellato o critico culinario che tenga: il proprio è sempre il migliore. “Questa è la specialità di mia nonna”, oppure “l’ha fatto mia madre, non puoi non provarlo!” Sarà capitato a tutti.

Gli struffoli sono molto più del giusto equilibrio tra ingredienti durante le festività; ad essi mi legano affettivamente ricordi, tradizioni ed immagini dell’infanzia.

Ed eccomi qui con la ricetta (di mia madre) degli struffoli Napoletani

Ingredienti:

IMPASTO

500 gr di farina 00

8 cucchiai di zucchero

2 cucchiai di burro (o strutto)

1 pizzico di sale

4 uova

Scorza d’ arancia

Liquore tipo anice, sambuca o limoncello q.b. (ahahahah mi raccomando mia mamma si fida di noi!)

Olio di girasole

DECORAZIONE

Miele (mille fiori o acacia)

Confettini/codette

Canditi

Ciliege candite

Procedimento :

Questo procedimento è molto semplice. Anche per quelli meno esperti come me.

Sopra un tavolo di lavoro mettiamo la farina, uniamo lo zucchero, il sale e le uova. Poi impastiamo tutto. 

Aggiungiamo il burro precedentemente sciolto e continuiamo a mescolare. Incorporiamo anche il liquore e una scorza d’ arancia grattugiata.

Quando otteniamo un impasto denso, lasciamolo riposare in frigo per circa un quarto d’ ora.

Passato il tempo necessario, torniamo sul nostro piano di lavoro e facciamo tanti bisciolini (si può dire?) il più sottili possibile e con il coltello tagliamo tanti piccoli quadratini (ricorda, più piccoli sono meglio è!)

Iniziamo a scaldare l’olio e una volta raggiunta l’ ebollizione passiamo a friggere gli struffoli un po’ per volta in modo da controllare la cottura. Mi raccomando belli dorati.

Ed eccoci alla parte più attesa. Rovesciamo nella terrina che contiene i nostri struffoli fritti, un intero vasetto di miele. Aggiungiamo le codette, i canditi e mescoliamo il tutto. Sarà impossibile resistere e non mangiarli durante la preparazione. Uno struffolo tira l’ altro (si diceva così no?)

Et voilà! I tuoi struffoli sono pronti per decorare la tua tavola natalizia.

ATTENZIONE: Creano dipendenza. Declino ogni responsabilità.

Buon viaggio culinario!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.